IT  •  DE  •  EN

sacral-art
Scroll up icon

SCROLL UP

Chiesa parrocchiale Santa Margherita Marter di Roncegno, val Sugana (TN)

Adeguamento Liturgico

Anno: 2006
Materiale: pietra rosa d’Asiago e bronzo
Liturgista: Mons. Ambrogio Malacarne
Architettura: Arch. Mariastella Marini
Parroco: Don Luigi Pezzi

L’altare è sempre il punto centrale e focale della chiesa e quindi anche in questo caso assume un carattere solenne e suntuoso per proporzioni e materiali. L’elemento predominante è la mensa, massiccia, forte e quadrangolare sostenuta da un piccolo basamento in bronzo. Simbolicamente si potrebbe leggere come se il cielo volesse sollevare la superficie della terra con la sua forza di attrazione, mentre la terra a sua volta volesse invece avocare a se la stessa energia per averne una benedizione.
Per quanto riguarda l’ambone si possono notare i tre gradini che salgono da lati opposti, proprio per richiamare le origini del luogo della parola. In bronzo sono invece raffigurate ancora una volta le donne mirofore, che vanno al sepolcro per imbalsamare il corpo di Cristo. Di particolare interesse è la figura della Maddalena, descritta in forma plastica perché obbedisce al volume della sua corposità di persona umana, che viene contrapposta alla natura dell’angelo , che invece appartiene all’ordine spirituale e che quindi non può essere materializzato. Al centro una spaccatura verticale e irregolare rimanda al sepolcro vuoto e spalancato. L’innesto di un cuneo di pietra, lavorato in forma irregolare, esalta questo spazio centrale e fa presagire che il vuoto lasciato dalla partenza di Cristo ora è colmato dalla sua Parola.
La sede della chiesa dedicata a S. Margherita, viene resa in pietra e bronzo per indicare la stabilità e continuità della missione del celebrante.
Mons. Ambrogio Malacarne

PAINTING ATELIER
WEB2NET Computer & Internet Solutions